Firma anche tu

Immagine

La Federazione Trentino Danza lancia un appello al Governo Italiano, alla Provincia autonoma di Trento ed al C.O.N.I.  per chiedere un sostegno a favore di tutte le scuole di danza diversamente costituite che sono ora a rischio chiusura a causa della pandemia da COVID-19.

FIRMA QUI

IL PROBLEMA
L’attività è sospesa da oltre un mese, mentre rimangono gli affitti da pagare.
Lo Stato sta aiutando botteghe e associazioni che utilizzavano palestre comunali, ma ha dimenticato tutte quelle realtà che, volendo creare uno spazio ad hoc per la propria attività professionale, hanno fatto investimenti economici importanti per trasformare e allestire grandi spazi privati. Il credito d’imposta è stato concesso a negozi e botteghe (categoria catastale C1), ma non ad altre tipologie come laboratori d’arte e palestre (C3 e C4) che pesano sulle spalle di chi faceva del proprio mestriere una missione di welfare culturale. Sì, perché è noto che queste attività svolgano un ruolo fondamentale creando aggregazione sociale.

LA NOSTRA RICHIESTA
Tutto è ora a rischio chiusura, perché poggia sulle spalle di piccoli imprenditori, che spesso sono gli stessi appassionati docenti rimasti senza lavoro: chiediamo allo Stato di estendere a queste categorie i sussidi/ le esenzioni messe in campo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *